Baia Imperiale

DISCOTECA BAIA IMPERIALE

LA STORIA DI UN MITO E UNA LEGGENDA TRA LE DISCOTECHE

  • baia imperiale rimini4fun
  • baia imperiale rimini4fun
  • baia imperiale rimini4fun
  • baia imperiale rimini4fun
  • baia imperiale rimini4fun
  • baia imperiale rimini4fun
  • baia imperiale rimini4fun
  • baia imperiale rimini4fun
  • baia imperiale rimini4fun

DESCRIZIONE DELLA DISCOTECA

(Anche se descriverla non rende mai la sua vera magnificenza! Bisogna Viverla per capire…)

La discoteca Baia Imperiale si trova a Gabicce Mare (Marche) e risulta tra le 10 discoteche più belle al Mondo.

Descriverla minuziosamente è un’impresa quasi impossibile, viste le dimensioni e le caratteristiche del locale.

 

Se ci entri è come immergersi in un elegante palazzo dell’antica Roma fra imponenti scalinate, bracieri, obelischi, statue, colonne, troni e sfingi.

L’ingresso della Baia Imperiale offre un colpo d’occhio stupefacente, grazie ad una maestosa scalinata in marmo bianco e alle 14 statue di imperatori romani che sembrano accompagnare i visitatori lungo i 100 gradini che portano all’ingresso vero e proprio.

Lungo questa ascesa lo sguardo viene rapito dalla fontana che ospita la statua del Dio Nettuno e da 6 maestose colonne alte oltre 14 metri.

Superato l’ingresso inzia il viaggio all’interno di questa discoteca in grado di ospitare fino a 10.000 persone a serata.

La Baia Imperiale propone 5 diverse sale con un’offerta musicale a 360 gradi.

La sala Senato è la prima area in cui ci si imbatte appena entrati.

Si tratta dell’area dedicata alla musica commerciale, r’n’b ed al meglio del pop del momento.

Fra gli artisti ospitati in questa sala sono da ricordare i personaggi radio e televisivi vari.

Collegata alla sala vi è una seconda saletta denominata Katatumba. Si tratta di un’area di piccole dimensioni dove sono stati spesso proposti generi musicali non tipicamente da discoteca quali rock, afro e hardcore.

Salendo al secondo piano si accede alla sala Zodiaco. Si tratta della sala house su due livelli che ha ospitato i più famosi djs nazionali ed internazionali. Fra questi si possono segnalare Joe T Vannelli, Claudio Coccoluto, Bob Sinclar, Boy George e Niki Belucci.

Il ballo avviene all’interno di una spettacolare esedra romana.

Accanto alla sala Zodiaco è posta la Sala delle Terme, area strutturata come le antiche e suggestive terme della Roma Imperiale. In questa sala viene proposta musica revival anni ’70 – ’80, happy ed italiana.

La piscina attigua alla sala da ballo si trasforma in un’area ideale per parlare con gli amici assaporando la fresca brezza estiva.

Salendo di un ulteriore piano si accede alla Terrazza dei Cesari, area dedicata agli appassionati di musica black e hip hop, i generi musicali che hanno dominato le classifiche di questi ultimi anni.

La vista offerta da questa sala è unica visto che si affaccia sulla costa di Gabicce con uno spettacolo di luci riflesse sul mare.

STORIA DELLA DISCOTECA BAIA IMPERIALE

Nasce nel lontano 1974 quando lo Sporting club che dominava Gabicce fu trasformato in discoteca.

L’intuizione fu di Giancarlo Tirotti, l’imprenditore locale che creò il mito della Baia degli Angeli. 

Grazie ai suoi contatti con il mondo dei club e discoteche di New York, (Tirotti infatti faceva viaggi per affari negli Stati Uniti e frequentava la scena disco Newyorkese) fu il primo in Italia ad affidare la console a djs americani, Tom Season e Bob Day appunto.

Ovviamente, parliamo degli anni ’70, il repertorio musicale di questi ospiti era in grado di sconvolgere il pubblico italiano, perchè la musica che si sentiva alla Baia non si sentiva negli altri locali.

Season e Day, infatti, avevano stipulato un accordo con i rivenditori di dischi della Grande Mela, che assicurava loro l’esclusiva in Italia delle novità discografiche.

Tom e Bob infatti si recavano tutti i mesi a New York per scegliere le novità da suonare nel locale, ma il clamoroso successo di pubblico non fu dovuto solo all’innovativa scelta musicale. Infatti Giancarlo Tirotti era introdotto nel mondo del cinema, ed utilizzò i suoi contatti per portare attori, attrici e registi alle feste organizzate alla Baia degli Angeli.

E’ facile immaginarsi lo shock del pubblico nel trovarsi a ballare a fianco dei volti più noti del cinema italiano ed internazionale.

La Baia degli Angeli rappresentò un’autentica rivoluzione nel modo di vivere la notte:

  • Chiusura della serata non prima delle 6 (le altre discoteche non arrivavano alle 3).
  • Eliminazione dei lenti dalla programmazione musicale (i lenti erano elemento irrinunciabile nei locali dell’epoca).
  • Giochi di luce assolutamente inediti in un locale assolutamente bianco (in confronto ai classici locali scuri).
  • La console installata su un ascensore che saliva e scendeva continuamente tra due piani diversi.
  • Una maniacale attenzione ad ogni aspetto scenografico

Tutto ciò contribuiva a creare un’atmosfera magica all’interno del locale.

  • Dal tetto dell’edificio veniva lanciato un raggio laser, come “stella cometa” per il popolo della notte, che così sapeva dove orientarsi per raggiungere il locale (anche in questo la Discoteca  Baia Imperiale fu il primo locale in Italia).

Nel 1977  Bob e Tom lasciarono definitivamente il locale e la console della Baia fu affidata a due giovani djs italiani: Daniele Baldelli e Claudio “Mozart” Rispoli che, ancora oggi, sono identificati come i due autentici fuoriclasse delle console degli anni ’70 e  ’80.

Il successo della Baia degli Angeli non conosce limiti fino al 1978.

A soli 4 anni dalla sua nascita infatti viene chiusa per problemi legati alla diffusione di droghe (la discoteca si trovò al centro di un fatto di cronaca nera, dopo che nel parcheggio del locale venne ritrovato un giovane deceduto in stato di overdose).

Lo stile di vita (simile a quello della famosissima discoteca Studio 54 di New York) che viene proposto dal locale viene considerato pericoloso per i giovani.

Tutto finito? In parte si ed in parte no!

La proprietà cercò di riaprirlo l’anno successivo col nome di Nephenta, l’angelo della Baia, con lo slogan “l’unica droga è la musica”, ma ebbe poco successo, tanto che la nuova avventura terminò dopo circa un anno.

Dopo un lungo periodo d’inattività, finalmente nel 1985 si assiste alla rinascita della Baia degli Angeli, ribattezzata Baia Imperiale.

La nuova fortunata avventura portò diverse novità, sopratutto strutturali (i nuovi allestimenti vennero acquistati direttamente dagli studios di Cinecittà a Roma.

Questo, tra i vari set cinematrogafici tra cui Ben Hur.

Intanto però, tutte le discoteche avevano riproposto molte delle novità lanciate dalla Baia degli Angeli.

Orari, sonorità, spettacoli e coreografie erano entrate in molti locali italiani e la differenza tra la Baia e le altre discoteche si era molto limitata.

Tuttavia, dal 1999, con il “Remember Baia degli Angeli” è possibile rivivere (due volte l’anno) le fantastiche atmosfere della prima vita della Baia.

Ovviamente la console per quelle sere è affidata alle due autentiche superstars dell’epoca: Baldelli e Mozart.

Molti film popolari italiani (tra cui Abbronzatissimi e S.P.Q.R.), fiction televisive, videoclip (Sandy Marton – Exotic in erotic, Double Dee – Found Love, ecc…) e alcune trasmissioni estive (ad es. la finale di Bellissima in onda sulle reti Mediaset) spesso hanno avuto per sfondo l’imponente scalinata d’ingresso con l’alto colonnato e le statue collocate alle parti.

La Discoteca Baia Imperiale è aperta tutte le sere nella stagione estiva e ad Halloween, a Capodanno, a Pasqua e one night varie nel periodo invernale.

COME SI RAGGIUNGE LA DISCOTECA BAIA IMPERIALE?

IN PULLMAN: 

La Baia Imperiale Riccione mette a disposizione dei propri clienti dei pullman privati che partono dalla stazione dei treni di Riccione e di Cattolica dalle ore 23:00.

A Rimini, invece si può prendere il pullman della Baia Imperiale Riccione in alcune zone del lungomare, come piazza Tripoli, via Pascoli, Rivazzurra e Miramare.

Il pullman privato della Baia Imperiale Riccione però non sempre conviene! Soprattutto per via della grandissima affluenza che spesso avviene nelle serate più richieste!

I Bus di linea sono una soluzione piuttosto buona a questo problema!

COME COMPORTARSI PER ORDINARE IL TRASPORTO CON L’ AUTISTA PRIVATO – LOW COST?

Semplicissimo!!!

FATTI TROVARE IN ZONA STAZIONE DI RICCIONE/PIAZZALE CURIEL (CAPOLINEA BUS DI LINEA) DOPO AVER PRENOTATO AL +393312096079!

TI AIUTIAMO A CAPIRE COME ARRIVARCI DALLE VARIE ZONE:

BELLARIA IGEA MARINA, TORRE PEDRERA, VISERBA, BELLARIVA, SAN GIULIANO

Salite sul bus n. 4 in direzione Rimini e scendete al capolinea della Stazione dei treni di Rimini.

——— POI ———

STAZIONE DI RIMINI-MARINA CENTRO-RIVABELLA-MAREBELLO-RIVAZZURRA-MIRAMARE-RICCIONE MARANO-RICCIONE ALBA

Salite sul bus n. 11 in direzione Riccione e scendete al capolinea di Piazzale Curiel

———- POI ———-

O

Aspettate all’orario prestabilito con l’AUTISTA PRIVATO – LOW COST?

O

RICCIONE-RICCIONE TERME-MISANO ADRIATICO-PORTO VERDE-CATTOLICA-GABICCE MARE

Salite sul Bus n. 125 in direzione Pesaro e scendete al capolinea della stazione dei treni di Cattolica. Ad aspettarvi il pullman privato della Baia Imperiale